Nostalgia e Pirati – King Wraith

Questo non è un blog di musica (in ottemperanza ad una specifica richiesta della musica stessa), ma ho deciso ugualmente di andare all’arrembaggio di questo disco metallico.

Molto tempo fa, quando ancora portavo i capelli lunghi ed i cellulari servivano solo a telefonare, ero profondamente infatuato di un antico e misterioso genere musicale, oggi quasi completamente estinto (checché se ne dica), conosciuto agli intenditori con l’evocativo nome di “Heavy Metal”. Allora bazzicavo con una certa regolarità concerti e locali frequentati da una moltitudine di capelloni borchiati, tutte bravissime persone, con l’eccezione di un paio di serial killer (ma questa è un’altra storia). Qualche mese fa, uno di quei gentiluomini, che risponde la nome di Dan (nel senso che se lo chiami così generalmente risponde), nel corso di una cena a casa sua (una di quelle cene che si fanno ogni tanto con quei buoni vecchi amici che hanno mantenuto immutato negli anni il proprio affetto per noi nonostante ci si veda di rado o forse proprio per questo), m’introdusse nel suo covo segreto. Era, quella, la stanza destinata ai bambini, e quindi conteneva un numero sproporzionato di CD, action figure e chitarre. C’era un divano, uno stereo, un pc e qualche poster. Il Dan mi fece sedere sul divano, insieme a quell’introverso e capelluto individuo comunemente noto come Mio Cugino, e mi fece ascoltare qualcosa che aveva inciso di recente. D’improvviso mi ritrovai là dove non ero stato da più di due decadi: nei primi anni ’90. La musica che usciva dalle casse era quel misto di nostalgia e entusiasmo che può nascere solo da chi ha lasciato la giovinezza e il cuore in certi dischi. Ero commosso.

La band si chiama King Wraith, perché tanto l’ascolteranno soprattutto all’estero e non fa niente se gli italiani sputeranno a pronunciarlo. Il titolo del disco, Of secrets and lore, è un così perfetto e raffinato accostamento di opposti complementari che probabilmente l’ho interpretato in questo modo solo io. I temi sono fantastici e pirateschi e, come è noto, tutto è meglio con i pirati.

Ma, ovviamente, quello che conta è la musica. Eccone un assaggio:

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

L’ispirazione principale della band sono dichiaratamente i Running Wild, con qualcosa di Grave Digger e Blind Guardian (chi non era nel giro ai tempi in cui lo ero io potrebbe non aver capito nulla di quest’ultima frase, ma fa niente). Per come la sento io, questo disco è un piacevole diversivo rispetto al deserto d’ispirazioni che mi ha portato a disinteressarmi del metal da un certo punto in poi. Certo, non è nulla di nuovo, però ha cuore, e imita dichiaratamente, senza le solite pretese di un’originalità illusoria. Soprattutto, ci sento l’amore per una certa musica, cosa che non sento più nelle vecchie band che ripetono se stesse meccanicamente, composte ormai da quelli che Leonard Cohen chiamava «gli operai della canzone».

Quando ascolto Of Secrets and Lore ho la sensazione di star facendo qualcosa con dei vecchi amici e quindi, insomma, io il disco l’ho comprato, non, come crede il Dan, per fare un favore a un amico, ma perché mi piace e mi diverte (ed è una colonna sonora ideale per certe scritti a cui sto lavorando).

Ora, siccome se cercate King Wraith su internet ottenete soprattutto risultati videoludici, metto qua sotto i link, nel caso vi interessi acquistare il disco o qualche canzone (visto che siamo nel futuro).

Qui per i Download:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

qui invece per il cd (quella cosa rotonda e lucida su cui si incidevano i dischi in tempi antichi come questo sound):

http://www.usstore.it/index.php?id_product=2059&controller=product&id_lang=1

Mi dicono che il disco si trovi anche su ebay, ad ogni modo questa è la pagina facebook della band, in caso non riusciate a reperirlo altrimenti o vogliate anche solo tenervi aggiornati:

https://www.facebook.com/kingwraith?__mref=message_bubble

Ora che ho finito di fornire anche quest’altra opinione non richiesta (ci tenevo a condividere un po’ questa bella sorpresa), credo che mi ritirerò sotto coperta.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo di cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per statistica e pubblicità. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi